Mattarella 2018

Il Presidente ha pieno diritto di non nominare un ministro, ma non farlo per motivi di opinione lascia veramente perplessi. Solidarietà a Mattarella per gli scomposti attacchi subiti da qualche imbecille ma alle prossime, imminenti nuove elezioni Lega + 5S asfalteranno tutti. E poi quando si ripresenteranno davanti a lui con lo stesso programma e la stessa lista di ministri che farà? Impuntarsi contro l’inevitabile non è da persone sagge. Meglio avrebbe fatto a dare via libera al governo voluto dagli italiani anche se è evidente che non gli piace. Ma la nostra non è una Repubblica Presidenziale, se ne faccia una ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.